">
Cerca nel sito       


FamilyHealth
Crea il tuo
archivio della salute






Obiettivo su...

La varicella



La varicella è una malattia fastidiosa,ma  innocua,provocata da un virus che si chiama “Virus Varicella Zoster”. La prima volta che tale virus colpisce un organismo determina la varicella,poi resterà comunque  nell’organismo e in seguito potrà determinare l’Herpes Zoster,conosciuto anche con il nome di  “Fuoco di Sant’Antonio”.

Per questa caratteristica del virus, la varicella è una malattia più frequente fra i bambini , mentre l’Herpes Zoster fra gli adulti.

La varicella è molto comune fra i bambini ,per cui è molto probabile che un bambino la contragga nei primi dieci anni di vita ed è diffusa soprattutto in primavera.


Le caratteristiche dell’eruzione

Il decorso della varicella è estremamente breve.

All’inizio compaiono delle chiazze rosse che spesso passano inosservate. Infatti rapidamente si forma all’interno una vescicola che è una piccola raccolta di liquido chiaro e limpido, in genere con un diametro di 1 o 2 mm. Dopo 24 ore questo liquido inizia a divenire torbido e in 3 giorni circa viene riassorbito e compare la crosta. Queste eruzioni all’inizio compaiono sul tronco e sul cuoio capelluto.

Entro poche ore, al massimo 48, da quando sono comparse le prime eruzioni, si ha una diffusione a tutte le parti del corpo.

Una caratteristica della varicella è di avere contemporaneamente presenti le eruzioni sulla pelle in tutte le varie fasi di sviluppo, cioè contemporaneamente per esempio vescicole e croste.


Che cosa fare

Il problema della varicella è solo il prurito che però lo si può ovviare facendo il contrario quello che comunemente viene fatto: il paziente con varicella deve essere coperto meno del solito per evitare che sudi (il sudore stimola il prurito), gli devono essere tenute le unghie corte, tagliandole anche tutti i giorni per evitare che si graffi, e soprattutto dovrà fare bagno o doccia più di una volta al giorno, proprio per rimuovere il sudore e le altre sostanze irritanti che potrebbero evocare il prurito.

La febbre non è un sintomo da considerare, perché nella maggioranza dei casi non è presente e il suo andamento è indipendente dalle fasi del decorso della malattia.

Si può tornare a scuola dopo 5 giorni da quando è comparsa la prima eruzione.


La cura

La varicella è provocata da un virus perciò non servono gli antibiotici.

Se la varicella è contratta da un bambino di meno di 12 anni decorre senza complicanze e pertanto non è necessario assumere farmaci. Superati 12 anni viene consigliata l’assunzione di un farmaco antivirale che si chiama aciclovir.

 

A cura di:

Italo Farnetani: Pediatra, Giornalista pubblicista e Docente Università Bicocca di Milano

 




Il fatto di cui si parla
Il consiglio del mese
Obiettivo su...
Mondo Adolescente
Choes Magazine Online
Utile a sapersi