Cerca nel sito       


FamilyHealth
Crea il tuo
archivio della salute






Il peso ideale
Cos'Ť

CALCOLARE SE IL PESO E' PROPORZIONATO ALL'ALTEZZA

Ecco il peso ideale, cioè quanto dovrebbe pesare a seconda dell'altezza

 

 

Si deve cercare nella prima colonna il valore corrispondente alla statura del bambino o dell’adolescente,poi seguendo la riga orizzontale, controllare quanti chili  dovrebbe pesare.

Quello che abbiamo indicato è il peso ideale di un bambino o di una bambina a secondo dell’altezza.

Dopo aver rilevato i dati di vostro figlio considerate che il peso può essere il 10% in più o in meno  del valore indicato nella tabella ed essere sempre normale. È chiaro che più si avvicina al peso ideale che abbiamo indicato e meglio è. Per esempio un maschio (o una femmina)  che sia alto 115 cm sarebbe bene che pesasse 20 kg, ma è normale se pesa il 10%, cioè 2 kg in meno, perciò 18 o 2 kg in più cioè 22.

Su questa base va calcolata la distanza dal peso ideale, infatti per ogni altezza corrisponde un peso proporzionato.

Quando il peso è inferiore a quello dell’altezza più del 10% si parla di magrezza e non si deve mai superare un tale livello per evitare i danni che una cattiva alimentazione determinerebbe all'organismo che sarebbero particolarmente gravi durante la fase della crescita.

Al contrario se il peso è superiore, se la quantità è compresa entro il 10% si tratterà di una oscillazione compatibile e tollerabile, se è fra il 10 e il 20% si parlerà di soprappeso, se supera il 20%, di obesità.

Come si fa a vedere se va tutto bene:

1)   si cerca nella tabella l’altezza del bambino o dell’adolescente e poi si va a controllare quale dovrebbe essere il peso: questo è il peso ideale che dovrebbe avere

2)   si prende il peso reale del bambino o dell’adolescente, cioè quello che si scopre con la bilancia e a questo valore si sottrae quello del peso ideale che abbiamo trovato nella tabella. Questo risultato si divide per il peso ideale (quello che abbiamo trovato nella tabella). Il risultato di queste due operazioni si moltiplica per 100.

  • Se il risultato va da +10% a -10%, va tutto bene e non si deve fare niente
  • Se è superiore al 10% è soprappeso, se è inferiore a -10% è sottopeso e, in ambedue questi casi, si deve eseguire una visita medica ed eventuali accertamenti.

RIASSUMENDO

si deve seguire la seguente formula

peso reale - peso ideale;
il risultato ottenuto
si divide per il peso ideale
il risultato ottenuto
si moltiplica per 100.

 

Facciamo un esempio:

      una ragazza di 18 anni, alta 1,70, dovrebbe pesare 63 chili, in realtà pesa 46 kg:

      46 (peso reale) – 63 (peso ideale) = -17

      -17 : 63 = - 0,27

      - 0,27 x 100 = 27%

      La ragazza pesa il 27% in meno di quanto dovrebbe pesare.

 

Il bambino che non mangia: occhio al peso ideale

Per sapere se un bambino mangia a sufficienza basta pesarlo e misurarne l’altezza. I due dati poi andranno riportati nelle tabelle pubblicate. Si vede così se il percentile dell’altezza corrisponde, cioè ha lo stesso “numero” di quello del peso, cioè se l’accrescimento sia in peso che in altezza del bambino, va allo stesso ritmo. Facciamo un esempio per capire: se il bambino è al 75° percentile per l’altezza, vuol dire che se, idealmente, mettiamo in fila cento bambini iniziando dal più basso e fino al più alto, lui sarà al 75° posto. Naturalmente dovrà piazzarsi allo stesso posto anche per il peso, cioè il bambino deve essere tutto proporzionato.

Se invece il bambino pesa meno rispetto al valore che ci si dovrebbe attendere, secondo il dato dell’altezza, allora effettivamente pesa peno perché mangia meno.

Se il peso risulterà proporzionato all’altezza vuol dire che il bambino mangia a sufficienza e che quello che fanno i genitori va bene perciò non si deve cambiare nulla perché non è il bambino che mangia poco, ma sono i genitori che sbagliano a valutare la quantità di cibo che il figlio assume giornalmente. Questo è un errore frequente che fanno i genitori infatti si pensa che i bambini debbano mangiare molto perché devono crescere e così si pretende, anche inconsciamente, che mangino quasi quanto gli adulti. Se invece il bambino pesa peno rispetto a quello che dovrebbe essere il valore dell’altezza, effettivamente assume una quantità insufficiente di cibo. Allora bisogna capire perché non mangia.

 

 

A cura di:

Prof. Italo Farnetani - Pediatra, Giornalista pubblicista e Docente Università Bicocca di Milano

Tieni sotto controllo la crescita del tuo bambino con Family Health® : il primo fascicolo sanitario elettronico pensato per la famiglia, realizzato da professionisti della salute.



Vi informiamo che se volete prendere visione delle informazioni riservate ai medici è necessario inserire Login e Password. Se non siete ancora registrati cliccate qui







Le informazioni fornite sono a scopo divulgativo e non intendono in alcun caso sostituire le indicazioni che possono essere ottenute direttamente da un medico che valuti il singolo caso. Inoltre le indicazioni relative a farmaci, procedure mediche o terapie in genere hanno un fine unicamente illustrativo e non possono sostituirsi alla prescrizione di un medico.


  


Cos'Ť